Birdland, la terra di Charlie.

Hide info Show info

30 Gen 2014 in Blog

Author : Franco

Tags: , ,

Finalmente, sono al tavolo migliore del Birdland a New York. Una cosa incredibile, non mi sono portato dietro la camera. Apposta. Magico.

Cos’é il “Birdland”?

Il suo nome (Il paese degli uccelli) derivò dal soprannome di Charlie Parker, Bird (malinconicamente, negli anni del suo declino fisico e mentale, a Parker fu proibito di entrare al Birdland). Con un indirizzo principale su Broadway (1678 Broadway, all’angolo con la cinquantaduesima) il Birdland aprì i battenti il 15 dicembre del 1949, quando già iniziava la decadenza della strada, con un cartellone che includeva Parker, Stan Getz, Lennie Tristano, Lester Young, Harry Belafonte, Oran Page, Max Kaminski e Florence Wright. Rimase in attività più di 15 anni, centro di un’attività incessante di concerti (con serate doppie e triple dalle 9 di sera fino all’alba). Il biglietto di ammissione era di un dollaro e mezzo, e veniva pagato quasi ogni sera da star del cinema e celebrità di tutti i tipi. Era facile incontrare, tra gli abitueè, Gary Cooper, Marilyn Monroe, Frank Sinatra, Joe Louis, Marlene Dietrich, Ava Gardner, Sammy Davis, Jr. e Sugar Ray Robinson. Il quartetto di John Coltrane vi registrò “Live at Birdland“. Count Basie vi suonava regolarmente con la sua orchestra, e vi registrò la canzone di George Shearing dedicata al locale, “Lullaby of Birdland“. Altri regolari animatori del locale furono Dizzy Gillespie, Thelonious Monk, Miles Davis, Bud Powell, Erroll Garner. L’originale Birdland chiuse i battenti nel 1965. Un locale jazz con lo stesso nome venne aperto nel 1986, a 2745 Broadway (all’angolo con la 105esima strada) e si trova ora a al numero 315 W 44th Street. Oltre che dal titolo del già citato standard, il nome del Birdland è celebrato dall’omonima canzone dei Weather Report sull’album “Heavy Weather“: il testo, in stile vocalese, aggiunto pochi anni dopo da Jon Hendricks per l’album dei Manhattan Transfer chiamato appunto “Vocalese”, rievoca i fasti del locale e della Cinquantaduesima.

Fonte: Wikipedia